Consapevolezza cos’è

 

In giro negli ambienti della cultura umana di essa si dicono tante cose,ne prendiamo qui solo un esempio per dare alla fine la nostra opinione di cosa sia consapevolezza.

Questa parola denota un fenomeno estremamente intimo, e di importanza cardinale. Non è un superficiale essere informati, né un semplice sapere - e si diparte anche dalla conoscenza, più intellettuale. La consapevolezza è una condizione in cui la cognizione di qualcosa si fa interiore, profonda, perfettamente armonizzata col resto della persona, in un uno coerente. È quel tipo di sapere che dà forma all'etica, alla condotta di vita, alla disciplina, rendendole autentiche.

 La consapevolezza non si può inculcare: non è un dato o una nozione. È la costruzione originale del proprio modo di rapportarsi col mondo - in quanto sapere identitario, davvero capace di elevare una persona al di sopra dell'ignoranza e della piana informazione. È il caso della consapevolezza del rischio, che non frena ma rende accorti; della consapevolezza delle proprie capacità, che orienta ed entusiasma; della consapevolezza del dolore, che rende compassionevoli e gentili; della consapevolezza di essere amati, che rende invulnerabili.

In altri si dice …

 In psicologia, con il termine consapevolezza (awareness in inglese) si intende la percezione e la reazione cognitiva di un animale al verificarsi di una certa condizione o di un evento. La consapevolezza non implica necessariamente la comprensione.

Il concetto di consapevolezza è relativo. Un animale può essere parzialmente consapevole, oppure può essere consapevole a livello subconscio o anche profondamente consapevole di qualcosa. La consapevolezza può essere individuata in uno stato interno, quale ad esempio una sensazione viscerale o la percezione sensoriale di eventi esterni.

La consapevolezza fornisce il materiale "grezzo" a partire dal quale gli animali possono sviluppare delle idee soggettive circa la loro esperienza; il passo successivo alle idee è arrivare a scoprire la parte inconscia, diventando integralmente conscia: questa è l'illuminazione. L'uomo è l'unico animale che può raggiungere questo stato (il picco più alto di consapevolezza).

 Come abbiamo già detto,sulla consapevolezza noi possiamo trovare di tutto e di più. Ma quel tipo di contenuto della consapevolezza che noi vogliamo portare a conoscenza,denunciare qui in questa sede non ha radici nello spiritualismo delle religioni,ne nell’etica morale,ma si tratta qui di indicare lo stato di cose come esse si stanno succedendo in rapporto alla nostra esistenza,alla nostra coscienza. Sopra abbiamo letto che: " La consapevolezza non implica necessariamente la comprensione", ma nel riguardo della nostra prospettiva,dal punto di vista nostro; la consapevolezza richiede con solo percezione del se ma anche la comprensione, e questa altro non è che quell'acume percettivo,dono innato della nostra natura che ci invia anche segnali di intelleto,comprensione,ossia visione del problema di cui noi siamo recettivi e destinatariQuesto stato di cose che stanno modellando la stessa esistenza degli uomini e del pianeta stesso in una fase costante di vita dove la stessa coscienza ne paga le spese perdendosi,in un labirinto prefatto a dovere perdendo ogni ipotesi e forma di identità e individualita,e quindi di comprensione. La coscienza umana da che Homo Sapiens che fu ha perso questo suo centro direttivo,di libertà di pensiero e di azione della propria forma espressiva intelligente e individuale venendo trascinato in un vortice di corrente comandate e dirette sotto l’azione di forze apparentemente invisibili,astratte;ma pur sempre vivente e presente nel destino della vita dell’uomo.

 

La stessa umanità,il pianeta intero sembra seguire un andamento che va tranquillamente e continuamente avanti. Questo andamento inosservato nelle sue stranezze perché la coscienza o meglio la consapevolezza di tutto ciò viene a mancare nella presenza della coscienza che la richiede per essere tale e,quindi finché perdura questa giostra,questo teatrino i cui fili invisibili vengono manipolati la vita resta uno scenario teatrale dove noi ne siamo i burattini e qualcun altro nell’ombra ne muove i fili e i destini del mondo. Questo è mancanza di comprensione che la vera consapevolezza necessita. A questo punto solo chi per una causa o per un’altra, arriva ad una presa di coscienza che chiamiamo consapevolezza, ossia: che le cose,la stessa vita ,la realtà esistenziale sociale e politica cui si partecipa non è,e non dovrebbe essere così come sono come tali e quali ci appaiono,ma inversamente per quello che costruiscono all’ombra della nostra realtà di coscienza chiusa. Da queste cause noi traiamo fuori che:

 “la consapevolezza è il punto d’incontro di uno stato di vita esteriore con quello interiore. È il grado raggiunto della coscienza in cui trova come irreale lo status vivente passato che si incontra con quello futuro avvenire,e questo incontro,scoppio è la timeline del presente che vede nel passato l’errata esistenza mancante di un concetto individuale intelligente,che come luce intima,illuminazione osserva la realtà illusoria,ingannevole fino a scoprirne le cause di un errata vita guidata e controllata da chi manovra i fili del destino dell’umanità. Allora si diventa consapevoli che tutto quanto ci hanno mostrato della vita,non è stato altro che un gioco diretto e voluto da chi detiene un potere,forte dell’ignoranza del popolo :è arrivato ad un punto in cui l’ignoranza toccando il fondo nella risalita vede come in una visione tutte le manipolazioni ingiuste,egoistiche,cattive tenuto sulla propria personalità,sulla propria individualità,e proprio come succede per un morto che rivede nell’istante tutte le azioni vissute della vita  e di vite precedenti. Così la consapevolezza presente porta all’uomo la visione di una realtà,e vuole la stessa consapevolezza per innata costituente di una forza innata chiamata energia,anima,che è giunto il tempo di tagliare i fili col passato,bruciare gli abiti da marionette che ci indossavano,spogliarci di tutti i riflessi di falsi ideali per quanti nobili potrebbero presentarsi,e iniziare a dire: “ Io Voglio,Io Sono”.

 Nella nostra società,la consapevolezza o presa di essa, per averla bisogna affrontare tre magie illusorie che sono i quattro rami dell’albero nero,e l’albero nero è colui che possiede le quattro forme o metodi di inganno che hanno bendato l’uomo fin dalla nascita della sua coscienza cosciente. Queste quattro rami formano la piramide dei manovratori dei fili occulti del nostro destino qui sulla terra e sono:

la religione che attraverso la fede ti chiude ogni possibile spazio mentale per far emergere la tua consapevolezza di Essere.

 La scienza in tutte le sue forme scolastiche che ti obbliga a credere solo in ciò che tocchi e sperimenti,ossia che si vede e si sente o si tocca. In questo modo non potrai mai credere di Essere anche interiormente da cui provengono tutte le comunicazione sue col tuo mondo esterno,la tua mente e la tua coscienza. L’astratto,le teorie spirituali non toccandosi e provandosi in laboratorio non esistono e per questo diverrai un positivista da laboratorio e non un interlocutore con anima. Quindi la scienza come la religione detiene il potere e il comando in ciò che devi credere,conoscere e sapere,mai lo spiritualismo o mentalismo di sé: la coscienza.

 

La politica,è il mezzo peggiore per controllare l’andamento e i destini dei popoli della terra,essa ti fa credere e sperare in ciò che essi ti promettono,ma la peggior cosa loro per una mente consapevole e proprio la “mancanza di speranza”. La politica è tutto un gioco di potere dove coloro che la praticano sono solo i riflessi di se stessi che si proiettano e si riflettano fra loro stessi,dove  ‘ la menzogna dell’altro,la bugia dell’altro,l’inganno li accomuna in un tutt'uno essere bugiardo. E dove tutti formano l’inganno globale. Dalla politica non può mai venir nulla di buono,perché essa per natura è Bestia,l’animale che incarna la forma più animale del più profondo ego dell’uomo stesso,la sua bestialità. Alla politica poi troviamo associato il potere mediatico e il potere militare,e lascio immaginare a voi i danni che l’uno e l’altro hanno in potenza di firmare.

 Infine in ultimo abbiamo la più apparentemente innocua e invisibile forza che visibilmente è presente con i piedi a terra e che è più vicina a quella che non ha i piedi per terra ma la testa,e sono seduti sui seggi al vertice della piramide,il ramo dell’esoterismo,che detengono in mano il potere dell’arcano, dell’occulto e del magico che vige fra gli uomini in ogni angolo della terra. Il ramo esoterico è anche il più pericoloso,perché la dove non vi erano mente veramente illuminate essi hanno modellato un sapere occulto del mistero universale Uomo-Dio,impastando tante teorie per quanti idioti e presunti saggi sono esistiti ed esistono tutt’oggi. Da essi è venuto tutto il sapere deviato filosofico,teologico e magico da cui sono nate religioni,scienze e sette magiche,accompagnate da politica monarchica,aristocratica e democratica attuale,e tutte ben armate dal potere dell’arma militare che vige alle loro spalle. Soprattutto,la miglior forma dell’arma del ramo esoterico è il potere economico finanziario delle banche,di cui l’esempio dei templari portò per bassi ideali egoistici - animale Chiesa e Reali a risultati di cui tutti ben conosciamo. Il potere finanziario mondiale attraverso le banche si serve della politica per portare a termini i suoi loschi affari al sol fine di obbligare la coscienza umana sul problema sopravvivenza, distogliendolo dalla liberta d’esperienza di se stesso come coscienza e come anima vivente sulla terra. Manovrato l'uomo  esclusivamente per questo scopo,negandogli auto conoscersi divino come Dio e umanom come uomo in un'unica realtà che li accomuna: la Coscienza. 

 Il ramo esoterico è il luogo dove si uniscono e fanno piani al servizio degli occulti Dei i massimi esponenti delle società magiche;illuminati,massoni,rosacroci,templari e tante e tante altre forme di espressioni di questo ramo marcio. Qui si decidono le sorti e il destino degli uomini e del mondo. Qui vengono tramate i tessuti per le bende che coprono gli occhi degli uomini,tessuti che possono essere:

scientifici,religiosi,politici,sociali,mediatici,cinematografici,teatrali,istruzione,moda,nutrizione,e tutto quanto concerne di distrazione la nostra vita. Qui si decide se l’uomo deve lavorare e arricchirsi,o non lavorare e impoverirsi ed essendo il perno principale per una portata normale di vita,il lavoro è stato sempre qualcosa tenuto in considerazione da chi occultamente comanda affinché mancando attraverso la sua difficile posizione sociale l’uomo non possa avere tempo e attenzione alla cura della propria costituente di mente,coscienza e anima,in quanto si dice che il lavoro nobilita l’anima,e dando un significato a questa frase si capisce anche perché il lavoro o meglio l’assenza di lavoro non nobilita ma rende gli uomini simili a bestie da domare.

 

Perché proprio il ramo dell’esoterismo, dell’occulto e del magico ha stretto rapporto con i superiori occulti? Semplicemente perché i superiori occulti non essendo entità umane della nostra dimensione terrestre,ma avendo la possibilità di assorbire dalla nostra vantaggi esistenziali alla loro ci trattano come i primi conquistatori delle americhe che dapprima li depredarono dei loro tesori e dopo li resero schiavi da soma come animali senza portare a loro nessun giovamento se non morte,distruzione e malattie. E' ciò che accade a noi ai tempi nostri,è semplicemente così. Il motivo per cui appartiene ai presunti maghi questo compito è perché ad essi fin dall’inizio di tutto questo venne affidato il complotto,la magia,la filosofia e il sapere oltre che la pratica per permettere di contattarli e permettere a questi di contattare o rispondere loro. Da questo principio nacque la magia bianca,la magia rossa,quella nera e di tutti gli altri colori,ma la verità è  un'unica magia del contatto demoniaco e dell’appartenenza ad essi attraverso mistificazione e patti di sangue ,ossia imbastardimento di sangue tra essi e alcuni umani,oggi ibridi sia politici,regnanti e altro appartenenti alla loro linea di sangue che vengono da essi protetti attraverso il corso dei secoli. Al fianco di questi ibridi oggi come allora vi troviamo gente che di umano nulla hanno ma che si sono uniti ad essi,al loro progetto per sete di potere  e per loro innata natura di coscienza morta non vitalizzata dalla presenza dell’anima nel loro corpo. Tra questi troviamo come già detto,banchieri,politici,finanziari di tutte le specie,militari e religiosi. Ogni sottoposto è alla mercé del sovrapposto ,fino ai settari che sono alla mercé delle entità occulte,che un tempo chiamavamo demoni, e che oggi alla luce della rivelazione degli addotti,sappiamo che sono entità aliene proveniente sia da altre dimensioni,sia da vere e proprie costellazioni lontane da noi. Hanno la conoscenza che li da la possibilità di entrare nella nostra dimensione,e la conoscenza scientifica che li permette di attraversare lo spazio e il tempo inimmaginabile per noi,e di scendere sul nostro pianeta.

 Per questo sappiamo che ci sono diversità fra essi,e diversità di interessi verso l’uomo e il nostro pianeta. C’è chi opera per rubarci qualcosa che abbiamo e che  un tempo riteneva appartenere a lui, e c’è chi vuole questa cosa che abbiamo e che loro non hanno che li permette di diventare immortali. Cosa sia questa cosa poi,la affronteremo nelle prossime pagine.

 

comprensione di tutto questo è l'inizio della propria consapevolezza d'Essere. Svegliamoci.

 

 

Nikas

 

Torna a TheoUfoSophia